11 pensieri su “Il Generale Pappalardo illustra il programma politico del Movimento Gilet Arancioni

  1. Carmine Montanino dice:

    Generale Pappalardo tutto quanto da lei citato è bellissimo sarebbe un sogno poterlo realizzare , io ho fiducia nel cambiamento.

  2. Aurelio dice:

    Penso che non si possa dividere l’Italia in macroregioni, direi piuttosto di eliminare le regioni che sono diventati degli stati nello stato e idrovore dei fondi statali, e dare più autonomia ai comuni .

  3. Maria Carla Vocale dice:

    Io credo fermamente nel Gen. Antonio Pappalardo, uomo d’onore come oggi non esistono più, ai tempi dei miei antenati essere un uomo d’onore aveva un grande significato, oggi questa parola sembra essere sparita, vediamo politici che cambiano continuamente bandiera al solo scopo di mantenere la poltrona occupata e relativi privilegi, infischiandosene del volere del popolo che li ha votati. Il Generale, ex-Colonnello dei Carabinieri, grande Maestro e compositore musicale, uomo incorruttibile, non schiavo di alcuna ideologia del passato, è l’uomo del cambiamento, colui che porta avanti una sola bandiera: il “Popolo Sovrano”. Restituire libertà e benessere agli italiani, questo è il suo principale obiettivo. Chi tenta di distorcere la sua immagine sono solo “servi del potere” che finiranno presto anche loro nel calderone dell’ingiustizia.

  4. Paolo Camba dice:

    Caro Generale Antonio Pappalardo, lei è un uomo di grande spessore morale e intellettuale, un vero patriota italiano come ormai ne esistono ben pochi, sicuramente intenzionato a fare solo il bene del popolo italiano, restituendogli la libertà e la sovranità, purtoppo andate perdute a causa di una infame classe politica di falsa sinistra che negli ultimi trentanni ha distrutto completamente l’Italia. Il vostro programma politico come gilet arancioni in linea di massima va benissimo, sarebbe un ottimo programma per un vero cambiamento dell’intero Paese se si potesse realizzare veramente, ma per poter fare questo bisognerà attendere di andare a nuove elezioni. La data non è prevedibile, la fine della legislatura è già prevista nel 2023 se il governo attuale non cade prima, e in questo caso se non ci imporranno un nuovo governo tecnico a guida massonica con premier Draghi, proprio per impedire nuove elezioni. In ogni caso, quando sarà il momento, bisognerà arrivarci con alle spalle una grande campagna elettorale, perchè per realizzare un simile programma bisognerà avere un grande consenso da parte del popolo italiano, che consenta ai gilet arancioni di vincere le prossime elezioni con minimo il 51% dei voti, impresa molto difficile da realizzare per un singolo partito. Secondo il mio modesto punto di vista, dovreste allearvi con tutti i nuovi partiti che stanno nascendo con i diversi movimenti spontanei popolari, perchè sostanzialmente vogliono tutti le stesse cose dei gilet arancioni, e fondare con loro una Federazione Nazionale di Patrioti per l’Italia Sovrana, accordandovi su quelli che sono i punti salienti comuni per tutti, che sono prima di tutto l’uscita dell’Italia dalla UE e dall’Euro. Bisogna prendere il 51% dei voti spiegando bene al popolo italiano che solo ritornando alla vera sovranità monetaria l’Italia potrà rinascere e tornare ad essere veramente l’Italia apprezzata in tutto il mondo.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *